top of page

EROS E PSICHE : LE SPEZIE DELL 'AMORE


I know the origins, the meaning of the colors, the scents: I can call them one by one with the name assigned to them, when the earth was split like a rind to offer them to the sky. The heat they give off runs through my veins. From amchur, mango powder, to saffron, they all meet my needs. A whisper, and they reveal to me secret properties and magical powers "...

"The spice ' magician "C. Divakaruni



Sexuality is a fundamental component in our life, aimed mainly at the search for pleasure and procreation, and at the same time capable of satisfying our needs for sweetness, passion, pampering, affection, sensuality and the need to belong. Sexuality perceived since childhood intrigues children who begin to explore their intimacy to discover their own body, for various reasons: pleasure, urge to evacuate, or consolation to their worries. With puberty and the maturation of secondary sexual characteristics, the growth of desire becomes more and more intense, reaching its peak during adolescence. Auto-eroticism is one of the most common forms in which eroticism communicates our need for sexual fulfillment. Often the autoerotic practice in children puts parents in serious difficulty who, embarrassed about the subject, sometimes do not know what to respond to explicit behaviors aimed at exploring their own intimacy. However, these absolutely normal behaviors should be guided, suggesting to our little ones that they must be done in their intimacy, without intrusion by other peers or adults, strangers and / or acquaintances, and above all to learn their assertiveness, or the ability to say no. Learning to adopt the right attitude towards sexuality by involving children through suitable communication sets the basis for a harmonious and positive development towards the awareness of our intimacy. Childhood sexuality from adult sexuality is totally different, and the construction of a healthy sexuality is built from an early age through knowledge and communication suited to the age and culture of belonging.




DO YOU KNOW WHAT IS HIDING BEHIND A SEXUALLY FULFILLED LIFE?


In adulthood, sexuality is expressed through verbal and non-verbal communication: Courtship is that magical moment that initiates a loving communication and makes us available to be involved in a relationship and attractive towards the other. A happy couple relationship is like a refined and delicious gourmet cooking recipe in which all the ingredients of excellent quality must be dosed in the right measure.

Sexuality is a fundamental component in our life, aimed mainly at the search for pleasure and procreation, and at the same time capable of satisfying our needs for sweetness, passion, pampering, affection, sensuality and the need to belong. Sexuality perceived since childhood intrigues children who begin to explore their intimacy to discover their own body, for various reasons: pleasure, urge to evacuate, or consolation to their worries. With puberty and the maturation of secondary sexual characteristics, the growth of desire becomes more and more intense, reaching its peak during adolescence. Auto-eroticism is one of the most common forms in which eroticism communicates our need for sexual fulfillment. Often the autoerotic practice in children puts parents in serious difficulty who, embarrassed about the subject, sometimes do not know what to respond to explicit behaviors aimed at exploring their own intimacy. However, these absolutely normal behaviors should be guided, suggesting to our little ones that they must be done in their intimacy, without intrusion by other peers or adults, strangers and / or acquaintances, and above all to learn their assertiveness, or the ability to say no. Learning to adopt the right attitude towards sexuality by involving children through suitable communication sets the basis for a harmonious and positive development towards the awareness of our intimacy. Childhood sexuality from adult sexuality is totally different, and the construction of a healthy sexuality is built from an early age through knowledge and communication suited to the age and culture of belonging.

seguenti ingredienti:

  1. ATTRAZIONE FISICA

  2. ATTRAZIONE INTELLETTUALE

  3. EMPATIA

  4. SENSUALITA'

  5. INTESA SESSUALE ED EMOTIVA

  6. DIALOGO INTIMO

  7. SUPPORTO RECIPROCO

  8. CONDIVISIONE DI INTERESSI

  9. PROGETTI DI VITA COMUNE;

Il nostro benessere è una compartecipazione di tanti fattori. Quotidianamente ci prendiamo cura della nostra persona, alimentandoci bene, tenendo in allenamento il nostro corpo, dedicandoci all'amore, proteggendoci adeguatamente dal caldo e dal freddo, esercitando la nostra mente e le nostre abilità nei più svariati modi, e naturalmente non dimentichiamo la nostra palestra sociale che sono appunto le relazioni con gli altri. Utopisticamente ci piacerebbe dire che ogni giorno accade così, purtroppo travolti dalla vita siamo costretti talvolta a rinunciare a qualcosa, e la maggior parte delle volte guarda caso è proprio la sessualità a pagarne le conseguenze. Inoltre anche dal punto di vista biochimico la risposta ormonale che dovrebbe produrre eccitazione è inibita da condizioni stressanti e vita frenetica.


LA RICETTA DEL PIACERE DEI SENSI

Per riuscire ad abbandonarsi ad un buon funzionamento sessuale, secondo Helen Kaplan sessuologa degli anni '70 divenuta famosa per il suo "Modello trifasico della vita sessuale: DESIDERIO , ECCITAZIONE e ORGASMO" è necessario rinunciare temporaneamente al controllo sull'ambiente.

Risulta evidente come dunque stress, ansia , timidezza, vergogna del proprio corpo, gravidanze, aborti, inibizione dovuta a ragioni religiose o culturali, ansie da prestazione, depressione, disturbi neurovegetativi dalla semplice anemia a disturbi più seri possono inficiare sulla qualità del nostro benessere sessuale. Purtroppo dato che la sessualità è una parte essenziale di una relazione diadica, quando a risentirne è la nostra sfera erotica, può accadere facilmente l'insorgenza di un problema di comunicazione all'interno della coppia che potrebbe essere interpretato in maniera erronea dal partner. Sarebbe utile e sano riuscire a ritagliarsi un' intercapedine tra il lavoro e le attività familiari per trovare del tempo per sé e la coppia. Un dettaglio importante è prima di concederci all'altro dobbiamo riconoscere il nostro potere personale che significa accettarci, prenderci cura di noi, valorizzare i nostri punti deboli, perdonarci, in parole più semplici amarci. Dopo aver appreso con consapevolezza come funziona il nostro desiderio erotico, e come purtroppo in balia degli eventi a volte ci lasciamo andare, questo non significa che dobbiamo rimanere a guardare l'insoddisfazione delle nostre relazioni che avanza, ma deve essere uno stimolo a reagire. Esistono moltissimi rimedi per risvegliare la passione assopita, riaccendere i sensi e ritrovare la gioia del piacere tra la pelle e il cuore e quale occasione migliore se non nel mese dedicato all'Amore possiamo rivelare?

Dovete sapere che l'organo sessuale per eccellenza è proprio il nostro cervello, è da qui che parte il desiderio di attrazione o la repulsione verso i nostri partner. E' il cervello che attraverso una stimolazione ormonale, rilascia un neurotrasmettitore , la Dopamina, che è diretto responsabile della percezione di gratificazione, piacere e appagamento.

Anche i nostri sensi sono particolarmente coinvolti nel processo di attrazione erotica. per esempio:

  • Il tatto attraverso le carezze, gli sfioramenti e il massaggio accende le nostre terminazioni nervose regalandoci brividi di piacere sulla pelle.

  • La nostra memoria olfattiva legando in un modo speciale i nostri ricordi ad uno stimolo olfattivo diventa una sorgente attraente, riconosciuto come una sorta di deja vu.

  • Gli stimoli visivi e l'uso della fantasia, soprattutto se condivisi, fanno sì da accendere e rendere l'esperienza amorosa più frizzante e coinvolgente.

  • La componente uditiva attraverso il ritmo e le parole sussurrate accendono il nostro desiderio che aumenta in un crescendo di passione fino ad esplodere nel piacere avvolgendo tutti i nostri sensi.